App Smart City Center. Lotta allo spreco e città nelle tue mani


E’ disponibile sugli store di Apple e Android l’innovativa applicazione che mette in relazione negozi, associazioni e cittadini di Cremona.

 

CREMONA  La città nelle mani dei cittadini. Su questo pilastro si basa l’App Smart City Center, innovativa applicazione per smartphone ideata da Diana (cittadina olandese e residente a Cremona da vent’anni) e Richard Afman. Un concetto che significa economia circolare, benessere comune, lotta allo spreco alimentare e rivitalizzazione del centro da raggiungere attraverso la collaborazione e il lavoro di squadra messi in campo da associazioni, imprese private, enti pubblici e cittadini.

Il progetto Smart City Center, lanciato a cavallo tra il 2016 e il 2017, è ormai entrato nel vivo. La App si può scaricare dagli store di Apple e Android e numerose realtà locali hanno già aderito. Le indicazioni del primo mese di vita di SCC sono decisamente positive. Ogni giorno la App viene scaricata da più persone e nuove realtà entrano a fare parte del progetto. Per raggiungere i traguardi di lotta allo spreco, rivitalizzazione del territorio e città smart, del resto, è fondamentale che sempre più persone utilizzino l’applicazione.

 

NO SPRECO

Negozi o supermercati costretti a buttare il cibo e, dall’altra parte, persone che non hanno da mangiare. Smart City Center, insieme a alla Caritas cremonese (in particolare con Fondazione San Facio onlus), è in prima linea nel contrastare gli sprechi alimentari. La App mette in relazione i negozi che donano alla Caritas le eccedenze alimentari. La Caritas consegna alle parrocchie che si occupano di distribuire i pacchi alimentari. Per il momento tutte le eccedenze vengono consegnate alla parrocchia San Francesco d’Assisi, ma a breve si aggiungeranno altre parrocchie grazie al coinvolgimento della diocesi di Cremona. Un’azione concreta, in ottica ‘no spreco’, è frutto della collaborazione stretta con il Lions Club Campus Universitas Nova che acquisterà da un’azienda locale dei contenitori per le eccedenze alimentari i quali verranno forniti ai negozi che partecipano al progetto. L’auspicio è dare vita a una partnership con più soggetti, pubblici e privati, del territorio per unire le forze nella lotta allo spreco alimentare.

 

RIVITALIZZAZIONE DEL TERRITORIO

Fare in modo che le persone ‘vivano’ la città, frequentino i negozi, partecipino a eventi e conoscano quello che avviene intorno a loro. Il tutto a portata di smartphone. Sulla App Smart City Center i negozi propongono la loro offerta e incontrano i consumatori, le aziende offrono servizi e gli utenti possono usufruire di uno strumento dinamico di consultazione e comunicazione. Tutto questo avviene già e nel futuro prossimo la novità riguarda l’ambito sportivo. Sono già stati avviati contatti con le principali realtà del territo- rio (Cremonese, Vanoli e Pomì) e ci sarà uno spazio rilevante anche per il mondo dilettantistico.

 

CITTÀ SMART

Un obiettivo che si raggiunge attraverso l’inclusione digitale. Smartphone, internet e social media dovrebbero essere alla portata di tutti, ma molte persone non riescono a tenere il passo. Ecco perché Smart City Center si impegna nell’offerta dell’assistenza di un business buddy per diventare digitalmente competitivi.

 

SOCIAL MEDIA

Smart City Center è presente su Facebook, Istagram, Twitter e Google Plus. Su questi canali si può essere utenti attivi, condividendo le foto, i nuovi arrivi in negozio, le ricette della settimana, le promozioni, ma anche semplicemente per relazionarsi con gli altri. Bastano pochi semplici click. e dialogare con SCC attraverso la mail info@smartcitycenter.it. I social saranno un nuovo canale di comunicazione, ancora più smart, per arrivare al cuore di Cremona, allargare la visibilità e il numero di utenti dell’App e di conseguenza gli affari. Una vetrina virtuale ancora più ampia e immediata per catturare l’attenzione di chi ancora non conosce SCC, fidelizzare i clienti appena arrivati e coccolare i più affezionati.

 

PARTNERSHIP

Informati in tempo reale con le news de La Provincia

 

Una partnership importante per diffondere in modo ancora più capillare l’informazione de La Provincia sul territorio. Questo è lo scopo della collaborazione stretta tra www.laprovinciacr.it — il sito internet del quotidiano — e l’app Smart City Center. Le notizie presenti nella sezione ‘news’ dell’innovativa app sono infatti curate dalla nostra redazione. Una opportunità in più per essere sempre informati su cosa accade a Cremona e dintorni e per approfondire le tematiche di maggiore interesse.

Si tratta di un accordo dagli interessanti sviluppi futuri: sono in preparazione uno store con i prodotti della società editoriale e la possibilità di dialogare direttamente con la redazione.

Il rapporto instaurato tra La Provincia e SCC, testimonia anche la sensibilità, sempre dimostrata dal giornale, alle tematiche della tutela dell’ambiente e della lotta allo spreco alimentare. Non solo. Accordi di questo tipo sottolineano ancora di più quanto il quotidiano sia parte fondamentale della vita della città. L’app, infatti, pone tra i suoi obiettivi quello di rivitalizzare in modo intelligente — ‘smart’, appunto — il tessuto commerciale, produttivo e sociale di Cremona. Essere una città smart significa anche accedere a tutti i servizi nel modo più semplice possibile e disporre di una offerta ampia in un’unica applicazione è la strada da seguire. Per questo, scaricando Smart City Center sugli store App store di Apple e Android, oltre a navigare tra negozi virtuali, eventi e servizi è possibile restare informati in tempo reale grazie alle news fornite da La Provincia.

 

ECONOMIA CIRCOLARE

EUROPA, LEGGE PER RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI

 

BRUXELLES—Via libera dell’Europarlamento a un pacchetto sull’economia circolare più ambizioso, con target di riciclo più elevati rispetto a quelli proposti dalla Commissione Ue.

E Cremona dimostra, oltre a una spiccata sensibilità al tema ambientale, prontezza a recepire le indicazioni europee proprio grazie all’App Smart City Center. Gli ideatori si stanno appunto occupando di questo tema insieme insieme alla Caritas Cremonese, alle parrocchie della città e, soprattutto, insieme ai negozi alimentari di Cremona che hanno già aderito al progetto.

La plenaria di Strasburgo ha confermato a larghissima maggioranza il rapporto della Commissione Ambiente che prevede l’aumento al 70% di rifiuti urbani riciclati entro il 2030 (contro il 65% chiesto da Bruxelles) e all’80% per gli imballaggi (contro il 75%), la riduzione al 5% di quelli in discarica (contro il 10%). Il rapporto ha introdotto anche il taglio del 50% degli sprechi alimentari. L’Aula dovrà ora negoziare il testo con il Consiglio Ue, per arrivare a un accordo finale. «Il Parlamento ha dimostrato a larghissima maggioranza che crede nella transizione verso un’economia circolare — ha dichiarato la relatrice, Simona Bonafè — abbiamo deciso di ripristinare obiettivi ambiziosi per il riciclaggio e la discarica, in linea con quanto la Commissione aveva inizialmente proposto nel 2014».

 

Fonte: La Provincia, 5 aprile 2017, p. 9